La location

Un territorio ricco di bellezze naturali

L’agriturismo Deviscio è adagiato su una magnifica terrazza naturale (600 m s.l.m.) che si affaccia sul lago di Lecco ed è circondata dalle maestose Prealpi Orobie, all’interno del cosiddetto Triangolo Lariano.
Tutt’intorno a noi si estendono le colline lecchesi, ricoperte di boschi di castagni, che ospitano una fauna selvatica che conta caprioli, lepri, volpi e tassi, avvistabile con facilità dall’agriturismo.

Lo spettacolo naturale che attende i nostri ospiti è sorprendente, ricco di scorci ed angoli sempre diversi, e si rinnova con lo scorrere delle stagioni, acquistando con ognuna qualcosa di unico e prezioso.

Le prealpi Orobie

Le Prealpi Orobie (o Bergamasche) sono una sottosezione delle Prealpi Lombarde, di cui rappresentano la parte più elevata ed estesa.

Alcune delle cime più rappresentative di questa catena sono proprio ammirabili da Deviscio.

GRUPPO DELLE GRIGNE

assai apprezzato dagli alpinisti di tutto il mondo

MONTE RESEGONE

“dai molti suoi cocuzzoli in fila, che in vero lo fanno somigliare a una sega…” (A. Manzoni)

MONTE MAGNODENO

col magnifico panorama sui laghetti di Annone, Garlate e Pusiano

MONTE BARRO

dove sorge l’omonimo parco naturale

MONTE MOREGALLO

su cui si possono trovare sentieri adatti ad ogni tipo di amante della montagna

MONTE SAN MARTINO

dal quale si godono meravigliosi scorci sul lago e sull’Adda

MEDALE

palestra di roccia apprezzata anche dagli alpinisti Walter Bonatti e Riccardo Cassin

Una location anche letteraria

La natura la fa da padrone a Deviscio, ma in questo territorio straordinario anche il connubio tra paesaggio e letteratura ha raggiunto vette altissime.

Stiamo parlando del romanzo I Promessi Sposi” di Alessandro Manzoni (1785-1873), famosissimo in tutto il mondo ed ambientato proprio nel territorio di Lecco, dove lo scrittore trascorse la sua infanzia e fanciullezza.

“Quel ramo del lago di Como che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di monti…” è l’incipit celeberrimo del romanzo, ma è evidentemente anche una dichiarazione d’amore dello scrittore per questi luoghi a lui così cari.

Possiamo dunque affermare orgogliosamente che questo territorio e questi paesaggi furono di ispirazione per la nascita di una delle opere più famose della letteratura mondiale.